Biblioteca Privata Pannilunghi-Fontana

La biblioteca Pannilunghi-Fontana, con sede in via Del Garbo, 1 e sede staccata in via Tiberina, 82, si è venuta formando dal 1970 ad uso della famiglia Pannilunghi-Fontana. Oggi conta oltre 11.000 volumi in parte acquistati e in parte donati da numerose famiglie di Pieve e di altre località.

Immagine non trovata

La biblioteca Pannilunghi-Fontana, con sede in via Del Garbo, 1 e sede staccata in via Tiberina, 82, si è venuta formando dal 1970 ad uso della famiglia Pannilunghi-Fontana. Oggi conta oltre 11.000 volumi in parte acquistati e in parte donati da numerose famiglie di Pieve e di altre località.

Accoglie pubblicazioni e documenti vari, di storia generale e locale, ma anche di archeologia, filosofia, autori classici, erboristeria, selvicoltura, agricoltura, libri per bambini e pedagogia sia in lingua italiana che francese. Nella sede staccata trovano ospitalità la letteratura e la narrativa italiane e straniere e le opere omnia di alcuni autori particolari come Umberto Eco, Primo Levi, Alda Merini.

La stanza della ricerca ha un carattere più specificatamente locale e contiene cartelle di ricerca in fieri sia di carattere biografico che topografico ed anche copie di documenti originali che sono state acquisite in Archivi toscani civili e religiosi.

La biblioteca viene visitata da studenti, studiosi, curiosi che possono consultare il materiale in loco. Quando richiesto la biblioteca collabora con le scuole elementari e per iniziative culturali come mostre (libri antichi, merletto ecc.) e approfondimenti su argomenti particolari (studio del territorio in collaborazione con la Soprintendenza, studio sul Tempietto del Colledestro dopo il Colpo d’occhio del pittore Stefano Camaiti sul De prospectiva pingendi di Piero della Francesca). Ha favorito la pubblicazione di testi di carattere paleografico (Statuti di Pieve del 1385 e La Pasqua dei lanzichenecchi). Si è fatta promotrice  della traduzione in italiano del volume su Stefano Bardini (opera della Prof.ssa Anita Moskowitz) e della raccolta di articoli prodotti da frequentatori della biblioteca, ora in corso di stampa.

Pur essendo privata, la biblioteca ha un orario di apertura gratuita dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 19.