Coro Altotiberino "Coro della Collegiata"

IL coro Altotiberino di Pieve Santo Stefano nasce dal gruppo che da anni anima le funzioni religiose di PIeve, e prende il nome della associazione di canto e musica popolare fondata dal compianto Luigino Camaiti.

Immagine non trovata

Presidente Caterina Seri cell. 333/3683851 , Vice Presidente Melissa Guerrini, Tesoriere Lucia Gennaioli

Già Coro della Collegiata all’interno della parrocchia di Pieve Santo Stefano con circa 20 elementi, con lo scopo di animare la liturgia nelle domeniche e nelle feste del Natale e della Pasqua.

Nasce nel 2017 come Associazione coro “Altotiberino” facendo rinascere una vecchia Associazione Musicale in fase di chiusura a seguito della prematura perdita del suo antico fondatore, il compianto Luigi Camaiti.

Il gruppo era ed è composto tutt'ora da persone non professioniste che, con entusiasmo ed impegno, vogliono portare, con la musica, una testimonianza di fede e armonia.

Nel 2007 il coro sente la necessita di crescere musicalmente come coro più strutturato iniziando una minima attività corale polifonica.

Inizialmente l'attività si è limitata alle funzioni religiose, allargando nel tempo il proprio raggio d'azione iniziando a partecipare a molti raduni di corali religiosi nel territorio Valtiberino e non ( Sansepolcro, Anghiari, Badia Tedalda, Città di Castello, Arezzo).

La prima direttrice del coro che assieme a Luca Gradi ha iniziato l'attività è Annamaria Leonardi, figlia di Roberto Leonardi, famoso direttore della Filarmonica Ermanno Brazzini di Pieve Santo Stefano.

E' stata lei che ha dato i primi rudimenti ai tanti partecipanti acerbi, musicalmente parlando, e privi di molte cognizioni tecniche.

Con il passare degli anni l'attività si è ampliata, partecipando anche a rassegne ed eventi di musiche e canti della tradizione popolare e contadina, organizzando anche un raduno di musica corale popolare durante la famosa Sagra del Prugnolo di Pieve Santo Stefano.

Attorno al 2016, per sopraggiunti impegni personali, Annamaria Leonardi lascia la direzione del coro che viene presa e tutt'ora mantenuta dal Maresciallo Andrea Pisani, che ha nella sua formazione un ampio bagaglio di conoscenze tecniche e musicali frutto degli studi in gioventù, prima di entrare nell'Arma dei Carabinieri della quale fa tutt'ora parte in qualità di Comandante di Stazione.

Da quell'anno il coro ha ulteriormente ampliato le sue esperienze, partecipando ad alcune produzioni di opere liriche ed operette nel programma di PIEVE CLASSICA, la stagione musicale di Pieve Santo Stefano nata nel 2014 da un'idea del Baritono Andrea Sari e di Luca Gradi. Nell'ordine: La Traviata di Verdi nel 2016, la Tosca di Puccini nel 2017, la Vedova Allegra di Lehar e il "Gianni Schicchi" di Puccini nel 2018, mentre nel 2019 sarà impegnato nella riduzione del "Don Giovanni" di Mozart. Opere queste replicate più volte a Pieve, Sansepolcro e Arezzo anche al di fuori di PIEVE CLASSICA.

Nel corso del 2017 il coro, che inizialmente aveva preso il nome di "coro della Collegiata" proprio per significare la sua vicinanza con la principale Chiesa di Pieve e le sue origini canore, ha assunto il nome ufficiale di "CORO ALTOTIBERINO", Da quel momento il "coro della Collegiata" è anche CORO ALTOTIBERINO e, fra le altre cose, dal 2018 è anche co-organizzatore della stagione musicale di PIEVE CLASSICA assieme al comune di Pieve Santo Stefano.

Per il futuro sono in programma, oltre alla produzione e partecipazione al Don Giovanni di Mozart il prossimo Aprile, anche la partecipazione ad alcune rassegne di cori religiosi che si terranno in primavera.

tutt'ora Andrea Pisani, assieme a Luca Gradi mantengono la direzione artistico musicale del coro.

Contenuti correlati